Equo compenso, nasce il Nucleo di monitoraggio (ma solo per gli avvocati)

03/07/2019 – Nasce il ‘Nucleo Centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso’ ma, al momento, interessa solo gli avvocati piuttosto che tutti i liberi professionisti.
 
È stato, infatti, firmato ieri, nello studio del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, il protocollo d’intesa per l’istituzione del Nucleo Centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso per la professione forense, sottoscritto dal Guardasigilli e dal presidente del Consiglio nazionale forense (Cnf) Andrea Mascherin.
 
Equo compenso: il monitoraggio parte per gli avvocati
Il Ministro Bonafede, come scrive su Facebook, considera l’istituzione del nucleo una “notizia per tutti gli avvocati ma anche per tutti i liberi professionisti’; tuttavia l’accordo prevede che il monitoraggio avvenga grazie a una rete che opererà a livello locale, con la partecipazione dei Nuclei locali disposti dai Consigli dell’ordine degli..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

Centrale di progettazione, Oice: ‘causerà perdite di posti di lavoro’

12/04/2019 – Mentre il Governo ha annunciato l’imminente operatività della centrale di progettazione, non cessano le critiche del mondo delle professioni.
 
Il presidente di Oice, Gabriele Scicolone, ritiene che il nuovo apparato pubblico non garantirà la qualità. Al contrario, bloccherà la domanda e causerà la perdita di posti di lavoro.
 
Oice: centrale di progettazione anacronistica
“Non possiamo che confermare – ha detto in una nota il Presidente Gabriele Scicolone – come già fatto ad ottobre con la Rete delle Professioni Tecniche, che è errato immaginare di risolvere i problemi della progettazione degli enti locali creando una centrale di progettazione che ci appare semplicemente anacronistica. Internalizzare la progettazione e la direzione lavori di opere pubbliche degli Enti locali è in controtendenza a quanto avviene nel resto d’Europa e dei Paesi industrializzati e modernamente organizzati..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

Professionisti, da Inarcassa prestiti d’onore e finanziamenti agevolati

04/04/2019 – Dal 1° aprile sono aperti i bandi 2019 di Inarcassa (Ente di previdenza ed assistenza degli architetti e degli ingegneri) per la concessione di prestiti d’onore per gli associati under35 e per le professioniste madri di figli in età scolare e di finanziamenti on line in conto interessi.
 
Inarcassa: al via i ‘prestiti d’onore’ per giovani e madri
Il bando “Finanziamento in conto interessi – prestito d’onore anno 2019”, mira a sostenere l’accesso e l’esercizio dell’attività professionale dei giovani associati, con l’obiettivo di favorire il loro ricorso al finanziamento.
 
Il bando prevede un prestito fino a 15 mila euro con il 100% degli interessi in carico a Inarcassa per le spese di avvio dell’organizzazione dello studio professionale (acquisto di immobilizzazioni materiali e immateriali necessari allo svolgimento dell’attività professionale).
 
Possono accedere al..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

Stefania Manna e La costruzione dell’immateriale

18/03/2019 – È stata Stefania Manna, fondatrice di Ian+, ora partner di LGSMA_ con Luca Galofaro, a concludere, con l’intervento La costruzione dell’immateriale, i Talk su La luce naturale nel progetto di architettura, organizzati da VELUX e Archilovers.

“Elemento immateriale del costruire, la luce naturale innesca una reazione sensoriale nella percezione dell’architettura, sia essa un oggetto del paesaggio antropizzato o lo spazio interno attorno al quale l’edificio prende forma” spiega Stafania Manna. “La luce naturale rende naturale l’artificiale animando la materia fisica attraverso la variazione continua propria del ciclo della vita. La luce naturale è una forza metafisica che agisce in opposizione alla gravità, allontanando il costruito dal peso della massa dei limiti che lo definiscono. La qualità dello spazio generato dall’architettura contiene in sé l’idea di relazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

Vincenzo Latina: dall’ipogeo alla volta celeste

15/03/2019 – Si è svolto stamattina a Milano, presso lo Stand VELUX al MADE Expo, il terzo dei quattro incontri su “La luce naturale nel progetto di architettura”. È stato l’architetto siciliano Vincenzo Latina a raccontare la propria personale interpretazione del tema con l’intervento dal titolo “Sulla roccia verso il cielo”.

“La luce naturale, il mondo sotterraneo, l’immediato soprassuolo, l’architettura di scavo, l’archeologia, sono state, negli anni, un costante riferimento disciplinare, hanno alimentato l’immaginario e generato salienti e ricorrenti relazioni di alcuni inesauribili valori spaziali dell’architettura. Sono simili a scialuppe di salvataggio, un importante ausilio per non farsi travolgere dal furore estetizzante di alcune mode contemporanee. Le riflessioni e i progetti, che verranno presentati nella Lecture, alcuni realizzati su siti di grande valenza archeologica e ambientale,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

Vincenzo Latina: dall’ipogeo alla volta celeste

15/03/2019 – Si è svolto stamattina a Milano, presso lo Stand VELUX al MADE Expo, il terzo dei quattro incontri su “La luce naturale nel progetto di architettura”. È stato l’architetto siciliano Vincenzo Latina a raccontare la propria personale interpretazione del tema con l’intervento dal titolo “Sulla roccia verso il cielo”.

“La luce naturale, il mondo sotterraneo, l’immediato soprassuolo, l’architettura di scavo, l’archeologia, sono state, negli anni, un costante riferimento disciplinare, hanno alimentato l’immaginario e generato salienti e ricorrenti relazioni di alcuni inesauribili valori spaziali dell’architettura. Sono simili a scialuppe di salvataggio, un importante ausilio per non farsi travolgere dal furore estetizzante di alcune mode contemporanee. Le riflessioni e i progetti, che verranno presentati nella Lecture, alcuni realizzati su siti di grande valenza archeologica e ambientale,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

La luce come parte integrante del processo creativo dello studio monovolume

14/03/2019 – Si è conclusa la seconda giornata dell’evento La luce naturale nel progetto di architettura, organizzato da VELUX e Archilovers al MADE Expo. Ospiti d’eccezione Patrik Pedò e Juri Pobitzer, fondatori dello studio altoatesino monovolume architecture+design, che hanno trattato il tema de La luce come parte integrante del processo creativo.

“In un territorio come il nostro” dichiarano gli architetti “la quantità e la qualità della luce naturale sono fortemente influenzate dalla presenza incombente delle montagne. Queste rappresentano un elemento macroscopico con cui ogni nostro progetto deve confrontarsi, in maniera differente da progetti caratterizzati da un contesto più aperto. In ogni progetto la luce è parte integrante del processo creativo della facciata stessa, attraverso elementi costruttivi che rendono la luce protagonista all’interno dell’edificio, creando giochi di forme..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more

One Works: La luce che non c’era

13/03/2019 – Ha avuto inizio oggi a Milano, presso lo Stand VELUX al MADE Expo, l’evento sul tema de La luce naturale nel progetto di architettura. Ad inaugurare i quattro giorni di incontri, l’arch. Leonardo Cavalli, Managing partner di One Works, con l’intervento dal titolo La luce che non c’era.

La luce, come tutti gli elementi naturali, esiste indipendentemente dal costruito e interagisce con l’opera umana a prescindere dalla nostra volontà. A noi è offerta l’opportunità di considerarla come una delle chiavi di lettura dello spazio e un amplificatore delle nostre emozioni. Attraverso la mia presentazione vorrei raccontare come abbiamo cercato di utilizzare la luce naturale come strumento fondamentale di trasformazione di grandi contenitori funzionali in luoghi che possano acquisire un senso più ampio per le persone che li frequentano. Che ci permetta, quindi, di superare la relazione deterministica fra spazio e azione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Read more